Idea per un nuovo romanzo sul blog

E’ da un po’ che la cosa è in incubazione (già da quando il blog era ancora sulla piattaforma Microsoft) però l’imminente e forzato trasferimento su WordPress, le vacanze natalizie e altri inconvenienti hanno fatto tardare l’elaborazione.

Dopo questa esperienza ho ben presente la necessità di curare ogni minimo dettaglio strutturale ed organizzativo.
Per l’organizzazione ho già una idea di massima che però si scontra col fatto che non tutti i vecchi amici sono passati a WordPress. Molti preferiscono Facebook o altre piattaforme e il mio problema è quello di trovare un modo per farli partecipare senza obbligarli a creare un nuovo blog e senza sovraccaricare me di lavoro.

WordPress ha una opzione interessante che facilita molto la partecipazione alla stesura di un racconto che prevede più autori. Infatti io posso creare un blog ad hoc e autorizzare i partecipanti a scrivere direttamente sul blog stesso, gestendo autonomamente ognuno il proprio testo (scrittura, correzioni o modifiche). L’unico vincolo è appunto quello di avere un blog su WordPress.

Un altro problema è la scarsa conoscenza ancora delle potenzialità di WordPress a configurare la stesura e la lettura dei racconti. Debbo approfondire la conoscenza dei menu, delle pagine e delle categorie, ma questo credo di poterlo fare anche in corso d’opera.

Ma veniamo all’idea.

Mi è venuta quando ho organizzato questo Romanzo sul blog, in un momento in cui ho pensato di partecipare anch’io alla stesura del capitolo iniziale. Ipotesi poi abbandonata per evidente conflitto di interessi.
Avendo già una trama in testa, alla sera, prima di addormentarmi,  provavo mentalmente a sviluppare il racconto e ho fatto caso che neppure una volta mi è venuto uguale alla sera prima. Bastava una piccola modifica ed il seguito prendeva una strada completamente diversa. Eppure la trama ed i personaggi erano sempre gli stessi. Ed anche l’autore.

Quindi mi sono detto: … e se, data una trama, gli autori fossero diversi? Cosa verrebbe fuori?

Ecco l’idea! Data una trama, i partecipanti sviluppano il racconto in maniera autonoma. Ognuno scrive il proprio racconto partendo dalla stessa impostazione iniziale. Viene fornita la trama, vengono forniti i principali personaggi, viene fornita di massima anche l’ambientazione e sono sicuro che verranno scritti romanzi/racconti assolutamente originali e diversi gli uni dagli altri.

Una cosa del genere si chiama variazioni sul tema, ma la variazione è fatta di solito dallo stesso autore (ciò che facevo io prima di addormentarmi – travolto dalla mia stessa noia), qui invece a variare sono gli autori.

A questo punto mi si sono posti parecchi quesiti.

  1. che tipologia di racconto può coinvolgere più persone? E’ importante. Forse non tutti si sentono di affrontare un racconto horror o di fantascienza, di avventura, storico, politico, ecc. Risolto!
  2. chi deve fornire la trama? Devono essere gli stessi partecipanti in una specie di pre-gara? Oppure dovrà fornirla l’organizzazione (modo pomposo per indicare il sottoscritto)? Risolto!
  3. se e cosa offrire ai partecipanti come gratifica della loro partecipazione? Nello scorso Romanzo il numero di partecipanti alla stesura del primo capitolo è stato superiore a quanti hanno poi realmente partecipato; questo perché era in palio la possibile scelta del loro lavoro come capitolo iniziale, che è pur sempre una gratifica. Sarà sufficiente solo partecipare? Non risolto!
  4. ci deve essere un vincitore (v. punto 3)? Ci deve essere un racconto riconosciuto come la migliore evoluzione della trama data? Se sì, tocca organizzare un sistema di votazioni e questo comporta una attenzione alle possibili truffe. WordPress ce l’ha un sistema di votazione (lo trovate anche in calce a questo post), ma non è controllabile; non offre garanzie contro chi fa il furbo e si vota da solo. La votazione dovrà essere quindi ristretta ai soli partecipanti? Parzialmente risolto!
  5. tornando al punto 1, ci sarà sufficiente partecipazione ad una iniziativa che in fondo spunta (solo apparentemente, ve lo dico) la creatività dei partecipanti? Dipende dallo spirito di chi partecipa è ovvio, ma fare una cosa che coinvolge solo quattro gatti, forse non vale la pena. Toccherà quindi darsi da fare (voi) a diffondere l’iniziativa. Risolto (datevi da fare)!

Insomma ci sono diverse cosucce che sarebbe bene discutere con gli interessati prima di partire in quarta. Perciò fatevi avanti e dite la vostra.

E diffondete.


Alla fine l’idea si è concretizzata in un nuovo blog:  Il racconto della trama.

Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: