La casa

[leggi il capitolo precedente: L’EREDITA’]


Sono sprofondata nella poltrona preferita di Enrico,nuvole di polvere e fodera compresa

Da qui si vede la terrazza ed ora mi concedo finalmente di piangere i nostri ricordi .

Con ironia penso che la Tommasina appartiene a questo microcosmo incartato piu’di me.

Non ho mai voluto lasciare neanche lo spazzolino nell’armadietto del bagno anche se il mio status di ,possiamo dire amante ufficiale?me lo avrebbe permesso.

Enrico era stato un uomo spietato ma sincero,mai aveva negato il suo amore per il corteggiamento o la distrazione occasionale, ad un congresso o tra le bancarelle di un mercato.

Vorrei alzarmi ed andare nello studio ad accarezzare i dorsi scabri dei libri ,la sua invidiata collezione d’antiquariato,ma continuo a fissare le immagini del passato scorrere sui vetri opachi…Loro erano stati occasione d’incontro, mi era sembrato naturale

Correre in aiuto di quel signore distinto e dal sorriso perfetto mentre il pesante volume

Del 1929 sul processo al Marchese de Sade gli piombava con voluta malignita’

Sul piede.

L’imbarazzo di Enrico poi !! Che non aveva perso spunto per guardarle

Apertamente i seni pesanti. Lei timida commessa neoassunta aveva rassegnato le dimissioni la mattina dopo per diventare la sua segretaria particolare. Tu non appartieni

A questo mondo. Lo so ,neppure adesso. Come si dice?era stata all’altezza della situazione,comunque.

Tutto questo senza cambiare colore dei capelli modo di vestire o abitudini. Quando

l’aveva portata a Parigi la sorpresa era stato l’atelier di Chanel “ti regalo un abito da sera, scegli quello che vuoi “ era scoppiata a ridergli in faccia ,non voleva niente solo lui.

Tu non sei mai stato mio Enrico.

Eri di tutte e di nessuno. Prestato al mondo dell’arte, dell’editoria appartenevi solo a te stesso.I bagliori del tramonto mi scuotono .La sete mi ricorda che forse farei meglio

Ad occuparmi di aspetti piu’concreti. Lascio il resto alla notte che avanza veloce.

Spalanco le finestre della camera ,ho bisogno d’aria,il letto e’fresco d’ammorbidente,mando una benedizione alla sconosciuta Tommasina.

Non voglio andare nel suo studio ,domani, mi manca il coraggio d’affrontare altri fantasmi.

E’come essere avvolti dalla neve di una boccia di cristallo, oggetti affascinanti dicevi

L’infanzia che non hai avuto. Devo aspettare che i fiocchi si posino. Piego il completo

Sulla sedia dalla sua parte ed in sottoveste vado dritta in cucina.

Ci sono delle scatolette e del latte a lunga conservazione,ma questa colf e’un tesoro!

Il dolce al mascarpone mi gira ancora sullo stomaco.”come fai a bere quella bevanda dolciastra??” Enrico rideva immerso nel suo caffè amaro e bollente. Ne bevo un bicchiere seduta sul tavolo e penso che l’ultima volta l’ho visto qui.

“Vieni a vivere qui,con me”. Giravo il sugo con il cucchiaio di legno. Feci una pozza di sangue.”Adesso e’troppo tardi” gli dissi senza guardarlo. Non ne parlammo mai piu’.

Basta lacrime di coccodrillo! E’ora di andare a dormire. Sono troppo stanca anche solo per pensare di lavarmi. Mi infilo nel letto con un altro bicchiere di latte.

“Pronto signor Notaio? Sono la Tommasina! No!La chiamo per questo. Sono due

Giorni che aspetto una telefonata della signora! Si’..son passata sotto la casa, ho suonato

Ma niente!! Ho anche chiesto alla vicina del piano sotto, sa quella che stava sempre a spiare le visite del Professore? dall’altro ieri non sente un passo,un rumore! Da mangiare? Ma c’era niente! Qualcosa comprato ancora da Lui. Va bene aspetto!”

La trovarono addormentata dalla parte di Enrico.

Il bicchiere vuoto sul comodino.

Questa volta, non avrebbe lasciato la Sua casa. Mai piu’.

 

FINE.

Scritto da ariel isolabella


Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: